Pediatrie de Kimbondo

La Fondazione Pediatrica di Kimbondo è situata nel quartiere di Mont Ngafula, a 30 km da Kinshasa, nella RD Congo. Creata nel 1989 dalla Dr.ssa Laura Perna, professoressa universitaria in pensione, e da padre Hugo Rios della Comunità dei Missionari Clarettiani.

La Pediatria esiste per:

“accogliere i bambini malati, abbandonati, orfani, privi di mezzi di sostentamento, al fine di dare loro assistenza medica e socio-culturale: l’obiettivo è lo sviluppo sanitario e sociale dell’individuo”.

In origine Laura Perna ha avviato la Sua opera realizzando, con i fondi che aveva a disposizione, un centro nutrizionale e un dispensario. Ma purtroppo questo non bastava e i bambini, affamati e malati, avevano bisogno di maggiori cure. Con fatica e solo grazie alle donazioni volontarie, si è riuscito a trasformare il dispensario in un piccolo ospedale pediatrico e a costruire della case di accoglienza per i bambini orfani o abbandonati. Nel tempo poi i servizi offerti dalla Pediatria di Kimbondo sono divenuti sempre di più e oggi le sue attività sono articolate in quattro aree: l’ospedale, le case di accoglienza (orfanotrofio), la Scuola e il polo agricolo.

Schermata 2015-11-23 alle 16.51.33

L’ospedale

Ogni mese circa 1300 tra uomini, donne e bambini giungono all’ospedale di Kimbondo per cercare assistenza: la maggior parte sono genitori con i loro bambini. Gli edifici offrono circa 200 posti letto per il trattamento a lungo termine, per esempio per i pazienti con la tubercolosi o con problemi cardiaci.
La Pediatria di Kimbondo è diventata l’ospedale generale di riferimento per l’area di Mont ‘Ngafula II.

L’ospedale Pediatrico di Kimbondo è l’unico ospedale pediatrico gratuito per la popolazione povera in tutta l’area di Kinshasa.

Sono diversi i servizi offerti nei vari padiglioni:

• Padiglione di ambulatori per le visite pediatriche con servizio di cura della malaria e la malnutrizione e due sale per l’osservazione e la degenza di 48/72h;

• Padiglioni per lunga degenza e cura tubercolosi. Oltre alle cure pediatriche questo reparto cura anche gli adulti. I malati sono divisi in differenti reparti di degenza tra uomini, donne e bambini;

• Reparto di cardiologia con ambulatorio ecografico;

• Centro trasfusionale, inaugurato ad aprile 2012 per rispondere al fabbisogno della popolazione in età infantile di ricorrere a trasfusioni di sangue in seguito a malaria in stadio avanzato o altre malattie emolitiche. L’equipe effettua con cadenza settimanale delle campagne di raccolta sangue nei quartieri limitrofi;

• Reparto di terapia intensiva

• Studio medico specialistico di diagnosi e cura dell’AIDS. La FPK è un punto di riferimento per i malati di AIDS per tutta la periferia ovest di Kinshasa. Da anni vengono forniti medicinali e visite mediche ai malati di AIDS appartenenti a tutto il bacino di utenza della ZDS (ASL);

• Ambulatorio ginecologico e consultori dove si offre servizio medico di prevenzione e cura per le giovani donne. Viene effettuata una importante opera di sensibilizzazione e una educazione sessuale alla popolazione;

• Studio medico odontoiatrico;

• Sala gessi e medicazioni;

• Laboratorio di analisi cliniche e radiologia;

• Farmacia

Le case di accoglienza

Attualmente l’orfanotrofio di Kimbondo ospita oltre 475 bambini abbandonati, orfani o con problemi di salute.
Nonostante la difficile stabilità economica la Pediatria accoglie tutti, nessuno escluso.

Il settore di accoglienza della Fondazione è composto da diverse case in cui vivono i bambini suddivisi per età, sesso e disabilità:

• Neonatologia: è il padiglione che ospita oltre 110 bambini dai 0 ai 4 anni circa. E’ una residenza sanitaria assistita da personale sanitario e puericultrici;

• Foyer de la Paix: è la casa che accoglie i bambini dai 3 ai 6 anni circa;

• Casa Patrick: è la casa che ospita circa 100 bambini disabili, il numero varia costantemente. Vi sono annesse una sala per la fisioterapia e una sala per i giochi. Nel 2012 è stato avviato il “Progetto Casa Patrick” per il potenziamento del servizio educativo e assistenziale e l’ampliamento della casa;

• Casa ’Nzimbi I e ’Nzimbi II: accolgono i bambini e le bambine dai 6 ai 12 anni circa.

• Casa Boboto e Casa Bondeko: accolgono i ragazzi maschi adolescenti;

• Casa Betty: realizzata nel 2012, comprende due strutture, una che accoglie le ragazze adolescenti e una casa per le suore

• Casa Laura: da giugno 2013 ospita i ragazzi maschi grandi;

Slide 3

La scuola Saint Claret